Parlando ... Nella Vigna del Signore

Luogo di confronto nella Vigna del Signore
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Torna nella Home
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ultimi argomenti
» San Pietro Claver
Ven 09 Set 2011, 03:49 Da Mikhael

» Non so che fare
Ven 26 Ago 2011, 10:35 Da Angel

» La mia testimonianza d'Amore
Mer 24 Ago 2011, 12:00 Da Angel

» Testimonianza di un miracolo che converte un intellettuale
Mar 23 Ago 2011, 13:44 Da Angel

» San Charbel (Sarbel, Jerbello) Giuseppe Makhluf
Dom 24 Lug 2011, 16:25 Da Mikhael

» Natività di San Giovanni Battista
Ven 24 Giu 2011, 15:51 Da Mikhael

» Sant'Antonio di Padova
Lun 13 Giu 2011, 17:40 Da Mikhael

» Beata Serafina del Sacro Cuore (Clotilde Micheli)
Sab 28 Mag 2011, 18:09 Da Mikhael

» San Filippo Neri
Gio 26 Mag 2011, 16:33 Da Mikhael

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 La politica e il cristiano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: La politica e il cristiano   Gio 06 Mag 2010, 18:56

Come da titolo, come vedete voi questo rapporto tra politica e cristiano? Secondo voi sarebbe ammissibile la nascita di un movimento cattolico che riporti morale ed etica nonché perseguimento del bene comune, nel mondo della politica? Spero di leggere le vostre considerazioni perchè lo reputo un punto molto importante, sopratutto per il futuro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Ven 07 Mag 2010, 16:11

Se parliamo di un cristiano capace di realizzare con i fatti la Volontà di Dio, allora sì, sarei favorevole ad un movimento cattolico. Non basta essere battezzati per essere cristiani, occorre fare di più e se dovesse nascere un partito cattolico che di cattolico ha solo il nome, allora meglio di no.

Per quanto riguarda invece la politica in generale, si nota l'assenza di Cristo. Ecco che legalizzano prima il divorzio, ora la pillola abortiva. Se i politici portassero Cristo in parlamento, alla camera, al senato, credo non si arriverebbe al punto da legalizzare il male. E proprio perché si legalizza il male è il segno che al posto di Gesù, c'è satana in politica.

Berlusconi che è di famiglia cattolica, mi stupisce che non interviene per impedire che si facciano certe leggi... Ma il suo cristianesimo, senza giudicare, non è ai livelli di San Francesco. Nel giorno dei funerali di Raimondo Vianello, il "cavaliere" ha preso la comunione. Ma lui non è divorziato? ...

Un saluto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Ven 07 Mag 2010, 18:25

Non vorrei giudicare, ma Berlusconi mi sembra tutto tranne che un cattolico: poi è ovvio che io non posso conoscerlo nell'intimo, ma nell'apparenza la sua persona ha sicuramente del bene, ma il male che commette, forse inconsciamente, seppellisce la parte buona che conserva nel cuore. ANzi, lui è proprio come la maggior parte di noi cristiani: sicuramente buoni, ma poi l'egoismo e la cupidigia prendono il sopravvento.

Io pensavo ad un movimento cattolico vero, capace di portare davvero la morale in politica: parlo di persone come quelle conosciute su facebook, con Cristo nel cuore: anche il cardinal Bertone ha detto di sognare un movimento simile!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Ven 07 Mag 2010, 20:35

In effetti sembrerebbe proprio così, per quanto riguarda Berlusconi. Il problema è che la Chiesa viene messa da parte, come se dovesse occuparsi di ben altre cose, quando invece la Chiesa agisce nell'interesse di tutti, non solo dei cristiani. Tra decine di religioni sparse per tutto il mondo, il cristianesimo viene vista come una delle tante ed ecco che non si riesce a riconoscere dove è veramente presente Dio. Le religioni sono nate da uomini peccatori per la sete di Dio e l'hanno cercato nelle false divinità. Ma quando il vero Dio è venuto a portare la vera Fede, pochi l'hanno accolto e riconosciuto.

Dovrebbero cristianizzare lo stato, non laicizzarlo...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Ven 07 Mag 2010, 21:44

Infatti, avremmo dovuto cristianizzarlo, ma ha prevalso la volontà di favorire la perfetta uguaglianza: anche se quest'uguaglianza è rimasta solo sulla carta. Più che altro gli italiani avrebbero dovuto prendere una decisione simile, ma non si è mai data quest'opportunità: la domanda ora è se l'Italia, in questi giorni, vuole essere cattolica o meno...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Ven 07 Mag 2010, 23:19

Se non ci fossero gli inganni della vita moderna dove nessuno si sentirebbe in imbarazzo nel parlare di Cristo, io credo che l'Italia vorrebbe sì essere cattolica. In queste ultime settimane sentiamo solo parlare di litigi, indagati... che politica è questa? La migliore politica se così la vogliamo chiamare, la fa Dio. Egli ci ha dato le Leggi e per mezzo del Suo Figlio ci ha comandato l'Amore fraterno. Nel vedere la crisi economica, mi vengono in mente le parole della Regina degli Ultimi Tempi sui sette anni di crisi... Io mi auguro che in questi anni difficili ognuno possa rendersi conto che la vita non può reggersi sul denaro, ma sull'amore. Il denaro, a mio parere, deve essere soltanto uno strumento per far arrivare cibo a chi non lo ha. Non è la felicità il denaro. Io credo che tutte queste difficoltà ce le meritiamo. Troppi anni abbiamo vissuto nel benessere disinteressandoci di chi soffre atrocemente la fame e la sete... Il mondo deve ravvedersi, cittadini e governanti compresi.

Ti riferisci per caso ad un referendum? A questo punto si potrebbe fare, se l'esito sarebbe negativo, non cambia nulla dato che viviamo già in uno stato laico.. E chissà, magari la gente direbbe di sì per uno stato cattolico. I fedeli cattolici sono ancora tanti, forse per questo non hanno indetto un referendum, per timore che avrebbero vinto i cattolici e a quel punto non si sarebbe potuto tornare indietro...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Sab 08 Mag 2010, 10:59

Un referendum sarebbe l'ideale, ma ci vorrebbe un partito che lo sostenesse, dati gli alti costi che richiede. Ecco perchè parlavo di un movimento cattolico in politica: anche se so che entrare in quel mondo è un rischio perchè si rischia di cedere al compromesso morale e di farsi sopraffare dalla voglia di potere e dall'ambizione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   Sab 08 Mag 2010, 14:09

Se gli uomini sono saldi nella Fede non dovrebbero correre il rischio di perdersi. Soprattutto se un movimento cattolico fosse sostenuto da chi legge e medita e vive il Vangelo quotidianamente e si affida alla Vergine Santissima Regina del Cielo e della Terra con la dolce catena del Santo Rosario.

Un caro saluto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La politica e il cristiano   

Tornare in alto Andare in basso
 
La politica e il cristiano
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» politica economica prof.Pedalino
» prova in itinere di politica economica
» Integrazione orale politica economica(prof. Cuccia)
» ITALIA FISICA E POLITICA
» appunti Politica economica del turismo prof greco

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Parlando ... Nella Vigna del Signore :: DIALOGHIAMO :: Off topic (Discutiamo di argomenti diversi, come ciò che accade nel mondo o nella tv ecc...)-
Andare verso: