Parlando ... Nella Vigna del Signore

Luogo di confronto nella Vigna del Signore
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Torna nella Home
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ultimi argomenti
» San Pietro Claver
Ven 09 Set 2011, 03:49 Da Mikhael

» Non so che fare
Ven 26 Ago 2011, 10:35 Da Angel

» La mia testimonianza d'Amore
Mer 24 Ago 2011, 12:00 Da Angel

» Testimonianza di un miracolo che converte un intellettuale
Mar 23 Ago 2011, 13:44 Da Angel

» San Charbel (Sarbel, Jerbello) Giuseppe Makhluf
Dom 24 Lug 2011, 16:25 Da Mikhael

» Natività di San Giovanni Battista
Ven 24 Giu 2011, 15:51 Da Mikhael

» Sant'Antonio di Padova
Lun 13 Giu 2011, 17:40 Da Mikhael

» Beata Serafina del Sacro Cuore (Clotilde Micheli)
Sab 28 Mag 2011, 18:09 Da Mikhael

» San Filippo Neri
Gio 26 Mag 2011, 16:33 Da Mikhael

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 Perché la guerra?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Perché la guerra?   Mar 18 Mag 2010, 20:54

Apro questo topic in seguito alla discussione creata nella Chat Box nella Home Page. Dato che si è creato un dibattito interessante e data l'impossibilità di esprimersi in modo omogeneo in poco spazio, ecco qui una bella discussione.

Allora cara Anima, ti dicevo, rispondendo alla tua domanda:
L'esercito esiste perché il peccato è entrato nel mondo. Da Caino in poi gli omicidi sono stati all'ordine del giorno. Tu cerchi di difendere la categoria perché hai amici reclutati ed è questo il problema: Soffermarsi a guardare i muri che abbiamo attorno, senza estendere la visione a ciò che è all'esterno.

E' la stessa logica con cui gli uomini cercano di giustificare il peccato: Perché esistono i soldi se non per comprare? Perché esistono le armi se non per difendersi? Perché esiste la sessualità se non per piacere? Vedi, tutte queste domande hanno bisogno di una risposta che non risiede nel tentativo di giustificazione ma nella verità. Ed è quello che io sto cercando di fare, non rispondere per appagare la tua aspettativa di risposta, ma ti rispondo semplicemente sul vero perché nel mondo esistono gli eserciti, pur immaginando che tu non accetterai quanto ti viene risposto. Ed è questa la vera libertà: dire la Verità anche quando non viene accettata.

Gli eserciti esistono perché dopo l'entrata del male nel mondo, gli uomini hanno iniziato a farsi la guerra e così si sono sentiti nella necessità di creare eserciti per difendersi. Le cose si sono evolute fino ad arrivare agli eserciti moderni di oggi. Quanti morti ci sono stati nella storia del mondo... E sai perché? Perché non tutti hanno saputo ascoltare il richiamo di Dio. Se tutti avessero ascoltato il Signore, il mondo non avrebbe mai conosciuto la guerra. Da quando l'uomo ha conosciuto il male non ha fatto altro che ripeterlo perché si sentiva appagato nel sentirsi autonomo, indipendente da Dio. Ma quell'indipendenza è costata cara all'uomo. Noi dobbiamo dipendere da Dio, come i rami dipendano dall'albero per mantenersi vitali!

Come avrai notato non sto parlando nel dettaglio dei soldati dell'Afghanistan, ma in generale.

La colpa quindi di chi è? In primo luogo dei talebani che hanno scatenato questa guerra, in secondo luogo di chi risponde con altrettanta guerra. Ma il fuoco non si spegne con il fuoco, il ghiaccio non si scioglie con il ghiaccio, così anche la guerra non può finire con la guerra perché questa porterà sempre altro male nel mondo. Se un esercito sconfigge un altro esercito, tu di certo mi diresti che riportando la vittoria ha portato la pace nel suo popolo. Ciò non toglie però che si sono fatti tanti morti e commesse migliaia di colpe... Questa è pace? La pace vuol dire unione tra popoli, no vittoria di un popolo su un altro.

Un consiglio: Se non la conosci cerca informzioni sulla storia di Monsignor Oscar Romero. Sai come è morto? Predicando contro la guerra, ucciso perché il suo appello di Pace era troppo scomodo all'esercito assassino del suo paese.

Un caro saluto e buona serata.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mar 18 Mag 2010, 21:07

Volevo aggiungere: Anima, se magari ho capito male e intendevi invece tutt'altro, ti chiedo cortesemente di farmi capire cosa intendevi perché io ho risposto semplicemente su quel che mi è parso di capire e cioè sembra che tu voglia difendere la categoria. Ripeto: Mi è parso di capire questo e magari mi sbaglio...

Grazie per la comprensione e un caro saluto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 11:15

C'è solo un ipotesi in cui la guerra può essere a suo modo giustificata, come diceva anche Papa Giovanni Paolo II ed è il caso dell'autodifesa. Come qando noi fummo invasi dai tedeschi: allora non avemmo scelta e fummo costretti a combattere per liberare il paese dai nazifascisti. Ma quando, come in questo caso, non vi è una guerra di liberazione o di difesa, le cose non possono né esser giustificate e né tantomeno possono portare ad una soluzione. I talebani non si sconfiggono con le armi anche perchè non temono nemmeno la morte. L'unico modo è cercare di intavolare un dialogo con loro, sull'esempio di San Francesco con i saraceni: solo così si può tentare di porre rimedio ad una situazione così precaria. Perchè altrimenti invece di proteggere i civili, noi li portiamo alla morte così come sta accadendo in questi giorni. E poi spero davvero non ci siano interessi diversi che si celano da questa semiguerra....
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
anima



Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 17:47

Mikhael non è una guerra.. L'esercito, non dimentichiamo, ha dato lavoro a non pochi ragazzi che non sapevano cosa fare data la disoccupazione, e poi a parte ci sono anche i volontari.. e queste sono missioni di pace. Cosa vuol dire? Che ci sono persone cioè i "civili", gli abitanti insomma, che hanno bisogno di sostegno, di persone che stiano vicine, è quello che vanno a fare lì tutti questi ragazzi. Ora, che i talebani non accettano che ci siano lì "forze" che aiutano le popolazioni è un altro discorso. Vi saluto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 18:48

Rispondo con ordine.

Per Angel:

Per la difesa potrei essere più o meno d'accordo, anche se io desidero un mondo dove non ci sia bisogno di difendersi.

Per Anima:

Sì Anima ho capito che lì si va in missione di "pace", non per conquistare terre, ma sarebbe davvero bene poterne fare a meno, nel senso che non dovrebbero esserci attacchi da nessuna parte. Il peccato è come una macchia d'olio che si estende sempre più... Così le guerre iniziate millenni fa, continuano ad esistere. Sicuramente i talebani combattono per un interesse che non ha niente a che fare con la religione. L'Islam vero e proprio predica la pace, l'amore, la fratellanza, non morti e odi. E' vero che Dio è intervenuto nella battaglia di Lepanto per dare la vittoria ai cristiani contro gli ottomani, perché i cristiani recitarono il Rosario. Ma credo che Dio sarebbe molto più contento se non ci fossero guerre. Naturalmente Egli difende sempre il Suo popolo che si trova in mezzo alla guerra, ma sono sicuro che Lui preferirebbe non dover intervenire, nel senso preferirebbe vedere i popoli darsi la mano. Gesù è venuto a predicare l'amore perché i popoli si amino... e il comandamento di Dio "non uccidere" è eternamente in vigore, quindi si dovrebbe davvero fare a meno di ammazzare. Per quanto riguarda il lavoro offerto ai giovani, io personalmente preferirei andare a fare l'elemosina... Il lavoro non giustifica le morti e uccidere non si deve fare per nessuna ragione al mondo, nessuna. Infine c'è Gesù che conferma queste cose, quando durante il suo arresto dice:

Pensi forse che io non possa pregare il Padre mio, che mi darebbe subito più di dodici legioni di angeli?

Gesù se avesse voluto si sarebbe subito difeso, ma così non si sarebbero adempiute le Scritture, quindi la Volontà del Padre.
E qual'è la Volontà del Padre? Espiare i peccati del mondo con l'Amore, senza spargimenti di sangue, se non quello del Figlio prediletto come vittima sacrificale perfetta.

Gesù in qualsiasi momento si sarebbe potuto difendere, ma ha sempre risposto con amore, con silenzio, con spirito di sacrificio, perché era quella la Volontà del Padre, predicare la pace, la cultura del porgere l'altra guancia e così il Figlio ha fatto.

Dio questo vuole da noi: Che ci amiamo gli uni gli altri e che impariamo a porgere l'altra guancia, non a lanciarci in baruffe senza fine...

Non pensiamo secondo il mondo, ma secondo i cieli. Così dimostriamo di credere davvero poco in Dio... Credere in Dio è pregare con vera fede certi che Egli interverrà. Ma gli uomini non sono più capaci di affidarsi a Lui, di affidare a Lui l'intera nazione, preferiscono sbrigare le faccende da soli ed ecco che incontrano la morte...

I cristiani dovrebbero fare come gli ebrei di un tempo, quelli che però credevano in Dio ed erano capaci di porgere l'orecchio alla Sua Voce e mettere in pratica i Suoi comandi. Così Dio ha liberato il Suo popolo dalla schiavitù in Egitto.

Noi cristiani siamo il Suo popolo, credi che Egli non ascolterebbe le nostre preghiere se tutti noi italiani pregassimo?

Ecco perché il mondo va alla deriva, perché le nazioni non sono capaci di pregare all'unanimità il Signore.

A presto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
anima



Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 19:41

Mikhael ha scritto:
Per quanto riguarda il lavoro offerto ai giovani, io personalmente preferirei andare a fare l'elemosina... Il lavoro non giustifica le morti e uccidere non si deve fare per nessuna ragione al mondo, nessuna.

Io reputo questi ragazzi non coraggiosi.. di più!! (e non vanno ad ammazzare nessuno!)
Non voglio aggiungere altro.
Ti saluto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 20:23

Anima sono coraggiosi, ma molti vanno lì per dare da mangiare alle loro famiglie e non perchè vorrebbero stare lì. Il ragazzo che è morto ieri, non voleva nemmeno partire e io trovo questa costrizione una cosa vergognosa: quando si tratta di missioni pericolose dovrebbero andare i volontari e non chi non vuole perchè si sta costruendo una famiglia. Quel giovane si era appena sposato e ora la moglie è già vedova. Ma per cosa? Cosa è servito questo sacrificio? A nulla perchè le popolazioni non vivono meglio, ma peggio. Per porre fino a tutto questo, bisogna dialogare e cercare un compromesso: non si può sperare di dare pace e democrazia in questo modo perchè non si va da nessuna parte ed infatti, questo è ciò che sta accadendo: cosa è cambiato in Afghanistan?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 20:40

Anima, nessuno mette in dubbio che sono coraggiosi, ma cosa succederebbe se si trovassero davanti un nemico pronti a colpirli? Non attaccherebbero? Comunque il mio è sempre un argomento generalizzato. E comunque la guerra non ha giustificazioni.

Non soffermarti sui ragazzi mandati in Afghanistan, estendi il ragionamento su un punto di vista più ampio, sulla guerra in generale, sulle missioni che NON DOVREBBERO esserci semplicemente perché NON DEVE esserci nessuna guerra!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
anima



Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Mer 19 Mag 2010, 23:14

Angel possono rifiutarsi di andare a fare queste missioni ora non so come funziona, so che poi quando gli e lo richiedono ci devono andare x forza. Sapete quanto prendono per una missione questi ragazzi?? tantissimo!! E' certo un lavoro a rischio, come tutti i lavori! Questo lo è certamente molto di più rispetto ad altri. Ma ancora una volta ti dico se nn ci pensano i "grandi" a dialogare che cosa possiamo fare noi?? Io non ne ho idea!
X quanto riguarda la guerra mi trovi perfettamente daccordo con te Mikhael ma se mi parli di guerra.. ovvio, chi nn vorrebbe la pace in tutto il mondo?? Ma ancora una volta vi dico che questa è una missione di pace che purtroppo è molto rischiosa.
A presto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Gio 20 Mag 2010, 01:31

Anima, Gesù disse che il corpo vale più del vestito. E' chiaro che, personalmente parlando, nemmeno se mi dessero cinquemila euro mensili andrei lì a rischiare la mia vita... Come hai detto anche tu, sì sono uomini coraggiosi, evidentemente io non ho lo stesso loro coraggio, ma se uno lo fa per lavoro, perché mettere a repentaglio la vita per dei soldi, questa vita da cui dipende tutta l'eternità? Tralasciando la vigliaccheria...

Ora non resta che pregare il Signore perché non ci siano più spargimenti di sangue in quelle terre...

Un caro saluto e buona notte!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Gio 20 Mag 2010, 19:32

Nel frattempo ci sono nuovi venti di guerra: La Corea del Nord minaccia Seul
"Con nuove sanzioni sarà guerra". Ormai la guerra è diventata un mezzo per siolvere persino le beghe ministeriali. Tutto questo è prova della mancanza di umiltà dell'uomo che invece è pieno del suo orgoglio al punto da esser pronto a sacrificare centinaia di migliaia di altri uomini innocenti. Preghiamo affinché questa nuova guerra non abbia mai a cominciare.

Ad Anima: se è come dici, allora è sbagliato ugualmente. Se un uomo che è stato in missione, ritorna e non vuole più tornarci, perchè deve essere costretto a farvi ritorno? Questa costrizione fa venir meno il presupposto della volontarietà della missione di "pace".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   Gio 20 Mag 2010, 21:06

Già, ho sentito la notizia al TG. Quando l'ho sentita subito ho pensato che la cosa migliore da fare è che il presidente della Corea del Sud dovrebbe stringere la mano al presidente della Corea del Nord... perché non fanno una cosa così facile da fare? Motivo di orgoglio, semplice...

Quante guerre si sarebbero potute evitare con un gesto così amichevole e semplicemente bello. E invece la freddezza personale contribuisce al clima di tensione...

Gesù confido in Te!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Perché la guerra?   

Tornare in alto Andare in basso
 
Perché la guerra?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Invalidità di guerra (G02) e soprattassa regionale in CampaSia....
» cercavo materiale semplificato di storia riguardante la prima e seconda guerra mondiale per terza media
» Sto male, ma non capisco il perché
» perché siete depressi?
» ma perché in questi gg ho tanta fame?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Parlando ... Nella Vigna del Signore :: DIALOGHIAMO :: Parlando insieme-
Andare verso: