Parlando ... Nella Vigna del Signore

Luogo di confronto nella Vigna del Signore
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Torna nella Home
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ultimi argomenti
» San Pietro Claver
Ven 09 Set 2011, 03:49 Da Mikhael

» Non so che fare
Ven 26 Ago 2011, 10:35 Da Angel

» La mia testimonianza d'Amore
Mer 24 Ago 2011, 12:00 Da Angel

» Testimonianza di un miracolo che converte un intellettuale
Mar 23 Ago 2011, 13:44 Da Angel

» San Charbel (Sarbel, Jerbello) Giuseppe Makhluf
Dom 24 Lug 2011, 16:25 Da Mikhael

» Natività di San Giovanni Battista
Ven 24 Giu 2011, 15:51 Da Mikhael

» Sant'Antonio di Padova
Lun 13 Giu 2011, 17:40 Da Mikhael

» Beata Serafina del Sacro Cuore (Clotilde Micheli)
Sab 28 Mag 2011, 18:09 Da Mikhael

» San Filippo Neri
Gio 26 Mag 2011, 16:33 Da Mikhael

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 Non so che fare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Alex



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.08.10

MessaggioTitolo: Non so che fare    Sab 14 Ago 2010, 01:46

Ciao a tutti, mi chiamo Alessio e ho 18 anni.

Non so se questa è la sezione adatta, e scusate se ho sbagliato, ma ho urgente bisogno di raccontare la mia storia a qualcuno. Non sono bravo a scrivere, quindi perdonatemi se faccio qualche errore.

Prima di cominciare dovete sapere che da quando ero piccolino, 9/10 adesso non ricordo bene, andavo con mia madre a San Giovanni Rotondo, Pietrelcina e a Monte Sant'Angelo. Successivamente per problemi economici non siamo più potuti andare li.


All'età di 14/15 cominciai a disinteressarmi alla religione, non andai più la domenica a Messa e abbandonai il Catechismo. Quelle due ore che perdevo li mi annoiavano, c'erano altre cose che mi interessavano. come ad esempio il calcio, le ragazze, insomma tutte quelle cose che piacciono ad un ragazzo di quell'età.
Gli anni passarono e mi allontanai completamente dalla Chiesa e da Gesù. Lo scorso inverno però successe qualcosa: una sera cercavo un libro da leggere, e siccome non avevo i soldi per comprami un libro nuovo e non conoscevo una biblioteca da dove prenderlo, mi ricordai che mia madre possedeva un libro su Padre Pio, lo presi e lo comincia a leggere. Dopo averlo finito comincia a guardare le immaginette dei Santi che mia madre teneva dentro il libro, e da quella volta comincia a recitare Un Padre Nostro, un Ave Maria e poi a leggere le preghiere dietro le immaginette. Questo durò un paio di giorno, il motivo potete ben immaginarlo: mi rompevo le palle a farlo e cosi abbandonai quei 10 minuti di preghiera.
Ogni giorno passavo davanti la cattedrale della mia città, qualche volta mi veniva voglia di entrarci, ma siccome la trovavo sempre chiuso non ci entravo mai. L'occasione di entrare dentro la cattedrale si presentò quando si celebrò la festa per la Patrona della mia città: recitai una preghiera davanti la statua della Santa e poi me ne andai. Quella volta provai una strana sensazione dentro di me, ma non ci feci tanto caso. Si presentarono altre occasioni di entrare dentro la cattedrale, ma quella sensazione non la provai più, anzi, comincia ad allontanarmi ancora di più da Dio: il mio compagno di banco è ateo, non crede in Dio, cosi cominciai ad essere influenzato da lui, diceva "Io non credo, ma lascio sempre una porta aperta". Cominciai anch'io a pensare che Dio non esiste, che la Chiesa era falsa, e altre cose di questo genere. Quando mia nipote si doveva battezzare dicevo a mia madre: "non è giusto battezzare una bambina di 2 anni, perchè deve essere lei a decidere a cosa credere e a coa non credere. Deve essere lei a decidere quale religione praticare, non lo dovete decidere voi".
Poi due giorni fa arriva la botta: non so per quale motivo, ma comincio a cercare cose che riguardano Padre Pio su Youtube, su Google, insomma ovunque. Dopo un pò la cosa mi passa, ma dopo un pò mi viene in mente una semplice domanda: "ma la masturbazione è un peccato?". Torno su Google e comincio a cercare...le cose che trovo mi confondono, perchè alcuni lo considerano peccato, altri invece no...cmq io in qualche modo rimango sconvolto, perchè avevo preso l'abitudine di masturbarmi più di una volta al giorno...entro in crisi, non so che fare, cosi ricordo una cosa che avevo appena letto su Padre Pio: Lui infatti diceva alla gente di mandare il proprio Angelo Custode se loro non potevano andarci. Seguendo questo consiglio comincio a cercare di comunicare con il mio Angelo Custode, ma non riesco a formulare delle frasi sensate (mentalmente), cosi decido di scrivere quello che volevo comunicare al mo Angelo Custode. In poche parole scrivo una richiesta d'aiuto e chiedo all'Angelo di riferirlo a Padre Pio. Quella sera stessa mi viene voglia di recitare il Rosario, cosi comincio a cercare su Internet le cose che mi servivano per recitarlo, ma poi mi accorgo che c'è bisogno della "Corona del Rosario" e che non possiedo....dopo aver superato l'iniziale delusione decide di prendere il telecomando e di aiutarmi con quello...dopo che ho finito di recitarlo sto bene, e cosi vado a dormire. Il giorno dopo verso le 14:30 lo recito di nuovo, e anche questa volta mi sento una strana sensazione che mi fa stare bene. Nel pomeriggio comincio ad avere i primi cedimenti sulla voglia di masturbarmi, ma resisto. Verso l'una di notte comincia a recitare ill Rosario, ma mentre immagino la Madonna, comincio a pensare alla su verginità in modo volgare, cosi ho paura e vado a leggere una preghiera a San Michele Arcangelo...dopo un pò mi calmo e riesco a completare il Rosario e vado a dormire.
Oggi è stata una tortura, la voglia di masturbarmi mi ha perseguitato, in certi casi sono pure andato in certi siti, ho cercato la conferma che non fosse un peccato farlo, ma non l'ho fatto. Poi ho letto che Gesù non vede di buon occhio coloro che pregano solo con le labbra e non con l cuore, e ora ho paura di essere una di quelle persone.

Cercando su Internet lessi da un messaggio di Angel che avevate un forum cosi ho deciso di chiedere consiglio a voi. Non so che cosa mi stia succedendo, ma non so che fare...


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 20 Ago 2010, 03:26

Caro Alex, benvenuto e mi scuso per il ritardo della risposta. Mi accorgo soltanto ora di questa tua richiesta di aiuto.

Cominciamo dalla fede: Nell'adolescenza quasi tutti si allontanano dalla preghiera, dalla Chiesa perché si è deboli agli impulsi del mondo, poi ci si accorge che il mondo che credevamo è pieno di menzogna e ci ricordiamo di quanto sono veritiere le parole di Gesù. Adesso che hai ripreso a recitare il Santo Rosario, non lasciarlo perché questa è una dolce catena che lega al Signore, naturalmente non mancheranno i momenti difficili, ma tu persevera perché questa preghiera aiuta e anche tanto, basta guardare alle grazie promesse dalla Madonna, alle raccomandazioni dei santi per renderci conto quanto potente è questa preghiera.

Per quanto riguarda invece la masturbazione, ci sarà sempre chi dirà che è lecito praticarla, ma in verità sappiamo benissimo che rappresenta un peccato ed è un male. Basta pensare agli effetti devastanti della conseguenza della masturbazione per capire che è sbagliata.

Non disperare perché la calma è fondamentale in questi casi per mantenere il controllo della situazione. Io ho sempre consigliato a coloro che chiedevano aiuto di recitare la coroncina alla Divina Misericordia e a pregare davanti all'immagine di Gesù Misericordioso: http://nellavigna.altervista.org/Immagine_Divina_Misericordia.jpg

Ti consiglio di approfondire sulla Divina Misericordia: In rete troverai tantissime informazioni a riguardo.

Non disperare, volgi il tuo cuore a Gesù perché in questo momento hai bisogno che Lui ti dia il necessario per la tua anima perché tu possa superare questo momento difficile.

Anche io sono devoto di Padre Pio e anzi la conversione l'ho ottenuta grazie a lui. Mi ha fatto conoscere Gesù in un modo in cui non lo conoscevo, mi ha insegnato a mettere Cristo al primo posto, quindi continua a pregare Padre Pio, sei in buone mani!

Padre Pio diceva:
"Prega e spera non agitarti. L'agitazione non giova a nulla. Dio è misericordioso e ascolterà la tua preghiera".

Un altro consiglio che sento di darti è di leggere le lettere di San Paolo apostolo in cui egli parla spesso delle impurità come male, inoltre queste lettere aiutano a comprendere molte cose.

Un'ultima cosa: Credi in Cristo e non temere, sappi soltanto che la vera gioia viene soltanto da Lui. Guardiamo alle cose del mondo: Cosa c'è? Una gioia destinata a cedere il passo alla tristezza eterna. Guardiamo a Gesù e vi troviamo la gioia vera senza fine.

Abbi fede e non temere, affidati a Gesù Misericordioso dicendoGli sempre: Gesù confido in Te!

Un caro saluto e quando avrai bisogno noi siamo qui!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 20 Ago 2010, 10:30

Ciao Alex, perdona per il ritardo delle nostre risposte. Il mio amico Michael ti ha risposto sul forum e io ho deciso di farlo qui sperando che ti venga segnalato via mail.

Vedi, so cosa vuol dire avere dentro una dualismo forte: da una parte il desiderio di seguire e servire Gesù e dall'altro il desiderio della carne e del piacere. Forse può esserti utile rileggere cosa disse San Paolo?

"Sappiamo infatti che la legge è spirituale, mentre io sono di carne, venduto come schiavo del peccato. Io non riesco a capire neppure ciò che faccio: infatti non quello che voglio io faccio, ma quello che detesto. Ora, se faccio quello che non voglio, io riconosco che la legge è buona; quindi non sono più io a farlo, ma il peccato che abita in me. Io so infatti che in me, cioè nella mia carne, non abita il bene; c’è in me il desiderio del bene, ma non la capacità di attuarlo; infatti io non compio il bene che voglio, ma il male che non voglio. Ora, se faccio quello che non voglio, non sono più io a farlo, ma il peccato che abita in me. Io trovo dunque in me questa legge: quando voglio fare il bene, il male è accanto a me. Infatti acconsento nel mio intimo alla legge di Dio, ma nelle mie membra vedo un’altra legge, che muove guerra alla legge della mia mente e mi rende schiavo della legge del peccato che è nelle mie membra. Sono uno sventurato! Chi mi libererà da questo corpo votato alla morte? Siano rese grazie a Dio per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore! Io dunque, con la mente, servo la legge di Dio, con la carne invece la legge del peccato".

Come vedi, anche San Paolo aveva dei tormenti nel cuore: ma lui ha trovato la forza per combattere in Gesù, esattamente come dice verso la fine del discorso. Allora lux, tu non ti devi arrendere, ma combattere le tentazioni con la preghiera e con la Lettura della Bibbia. Quando vedi che stai per perdere il controllo, prendi in mano la Bibbia e leggila, ti rincuorerà. Noi non siamo mai tentati oltre le nostre forze, ricordi? Questo vuol dire che mai il peccato può essere più forte di noi.
Devi anche rivolgerti ad un sacerdote perchè ti saprà aiutare: con me l'ha fatto e poi la Confessione ti da una nuova vitalità. Io ho affrontando e tutt'ora sto vivendo questo percorso di liberazione: è dura all'inizio, ma poi avrai delle belle sensazioni che il peccato non ti può dare. Devi solo decidere se vuoi affrontare questo percorso: io spero che lo farai: se vorrai aiuto, noi saremo sempre disponibili. Forza e coraggio perchè Gesù ha bussato alla tua porta!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Alex



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.08.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 19 Ago 2011, 02:14

Salve ragazzi! Vi rispondo con un ritardo tremendo, ma meglio tardi che mai.

Ormai con molta probabilità avete dimenticato il perché domandai aiuto, ma vorrei aggirnarvi su quello che mi è successo in questi mesi. Come potete ben capire, non ho affatto seguito i vostri consigli.. subito dopo aver lasciato il messaggio decisi di ritornare alla mia vita di sempre senza Dio.
Continuai cosi per un paio di mesi, fino a quando lo scorso febbraio si ripresenta la festa per la patrona della mia città: Sant'Agata. Un giorno mi ritrovai vicino alla cattedrale, quando mi venne voglia di andarci. Appena entrato feci il solito giro per visitarla, poi mi accorsi che c'era il preste che confessava la gente. Decisi di confessarmi, ma, ahimè, lo feci male, perché raggruppai miei peccati in enormi categorie, quindi in pratica non dissi nessun peccato al prete. Appena finita la confessione andai in un angolo della Chiesa dove vendevano Rosari e cose di questo genere. Acquistai un bellissimo Rosario e tornai a casa. Purtroppo non usai il Rosario, perché tornai alla mia solita vita.
Ma ancora una volta il Signore in qualche modo mi ha chiamato: non so come, ma mi ritovai a cercare su internet eventuali apparizioni di Gesù o Maria, cosi venni a conoscenza delle apparizioni di Medjugorje e dei messaggi lasciati dalla Madonna. Comincia a recitare il Rosario con la coronzina che avevo precedentemente comprato, purtroppo però ancora una volta abbandonai la preghiera, ma la ripresi dopo un po', e aggiunsi anche oltre al Rosario la coroncina della Divina Misericordia. Ho comicniato ad andare in Chiesa, ma non mi sono mai confessato, perché per vari motivi rimandavo sempre, quindi ho dovuto rinunciare all'Eucarestia.
Io non voglio abbandonare la preghiera, ma non so perché ci sono sempre delle cose che me la fanno abbandonare. Per esempio mi ritrovo davanti messaggi di chi non crede in Dio e mi fa venire i dubbi, poi un mio compagno mi dice altre cose sul perché Dio non esiste...e io li vado in palla, perché non riesco a ribattere e mi vengono grossi dubbi, cosi finisco per non pregare più. Poi ci sono le tentazioni della carne...proprio io non riesco a resistere...per esempio ieri ho parlato con una mia amica, e non so come ervamo arrivati nella situzione che dovevamo fare sesso sempliemente perché si era in astinenza. Per fortuna non abbiamo fatto niente, però io mi sono masturbato....e dopo averlo fatto mi sono sentito incredibilmente i colpa...solo sopo aver recitato la coroncina della Dvina Misericordia che mi sono calmato un po'.

Ho deciso che domani mattina vado a confessarvi, voglio togliere tutto l'immondizia che ho nel cuore, perché io desidero veramente che Gesù entri dentro di me....anche se prego lo sento parecchio lontano...

PS:
vi ringrazio per tutto quello che fate nel sito e nei blog, mi siete stati di grande aiuto! Grazie di cuore! Spero di poter partecipare più attivamente al sito!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 19 Ago 2011, 13:47

Caro Alessio, chi di noi non ha attraversato i tuoi stessi dubbi? Il cammino che abbiamo intrapreso è molto difficile e tortuoso e ci procura sicuramente molte incomprensioni. Vedi, anche io a volte trovo difficile pregare, sento quasi di non volerlo fare perchè è pesante: ma appena prendo in mano la coroncina e mi inginocchio, tutto cambia e sento quanto importante sia la preghiera. Ogni volta che ho smesso di pregare, anche solo per un paio di giorni, ho sentito le tentazioni travolgermi in maniera dirompente: questo perchè quando lo spirito è debole, la carne diventa più forte e allora non abbiamo la forza di resistere. Ma se manteniamo lo spirito forte e allenato, riuscendo a trovare un equilibrio nella nostra vita, allora riusciremo a ricacciare quelle tentazioni con minori difficoltà. Ma come si alimenta lo spirito? Lo si alimenta con la preghiera, con l'Eucaristia e con la Parola di Dio. Se osserviamo queste cose, prima o poi, ci libereremo. Io ho parlato con molti pornodipendenti ed alcuni di essi, oggi liberi, mi hanno detto che il cammino è molto duro, ci sono infinite cadute, ma alla fine il Signore ci libera. Dobbiamo quindi solo confidare, vincere le tentazioni e soprattutto vincere quelle sensazioni che ci spingono ad allontanarci dalla preghiera: satana odia quando preghiamo perché sa che la preghiera è un arma potente contro di lui.

Riguardo i dubbi, e chi non ne ha? Guarda Simon Pietro: anche lui ha avuto molti dubbi; per esempio, quando Gesù gli conferma di camminare sulle acque lui prima cammina, ma poi comincia ad affondare perché il dubbio è nel suo cuore. Non dobbiamo stupirci, la fede non è una cosa semplice perché se lo fosse non avremmo merito alcuno. Gesù questo lo sa bene e quindi apprezza molto i nostri sforzi e credimi, non è indifferente. Ora bisogna avere solo pazienza e lasciare che Lui agisca nella nostra vita. Pensa all'eternità e troverai la forza! Quando poi i tuoi amici ti portano fuori strada, non li ascoltare e dì loro che la prova dell'esistenza è proprio dentro di noi e nell'ambiente circostante. Poi se vanno a fondo, narragli di come Gesù è stato diffuso nel mondo: parla loro dei martiri e di come gli apostoli sono morti pur di non rinnegare Gesù. Secondo te, se Gesù fosse stata un'invenzione, gli apostoli avrebbero potuto sacrificare la loro esistenza, affrontando dolori e persecuzioni? E chi nella storia ha mai fatto ciò che loro hanno fatto? Ecco la testimonianza storica più forte che ci sia!

Non ti scoraggiare e vivi vicino alla Chiesa: troverai la strada giusta e il Signore ti aiuterà. A presto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 19 Ago 2011, 16:00

Caro Alex, la tua voglia di essere vicino a Gesù vuol dire che è Gesù stesso che ti cerca. Non siamo noi a dirlo, ma sono i Santi ad insegnarcelo. E' lo Spirito Santo che ti suggerisce il primo passo per seguire Gesù. Questo primo passo è la confessione dei peccati e quindi il tuo desiderio di confessarti è il buon inizio! Anche San Francesco di Sales scrisse che la prima purificazione è dal peccato mortale, quindi con la confessione si compie il primo passo per essere vicino al Signore. Proprio ieri leggevo un'operetta di Sant'Alfonso nel quale lui parla della vergogna di confessare i peccati come inganno del demonio. Scrive così:

"È una compassione il vedere quante anime guadagna il demonio per questa via, specialmente in materia di peccati disonesti, ne' quali il nemico in atto di commetterli fa perdere il rossore, ma poi lo mette innanzi quando la persona se li ha da confessare. Di ciò appunto parlando s. Antonino narra che un santo romito vide una volta il demonio in una chiesa dintorno ad alcuni che voleano confessarsi, e gli dimandò che facesse colà. Rispose il nemico: «A costoro, acciocché commettessero il peccato, io tolsi il rossore; ora loro lo rendo, acciocché non se lo confessino»".

Il sacerdote è chiamato ad aiutare i fratelli ad uscire dal peccato e lo fa con amore e dedizione, quindi senza giudicare. Il sacerdote è immagine di Cristo misericordioso che ascolta, comprende, perdona e guida!

Riguardo ai dubbi è inevitabile che ci siano, per questo abbiamo bisogno di pregare. La preghiera è essenziale perché ci mette in comunione con Dio che dà a chi domanda. Se chiederai aiuto per la tua conversione Lui ti aiuterà! Credere in Gesù e nella Chiesa Cattolica è la via sicura da percorrere.

Sant'Alfonso disse: "E qui si ammira la divina provvidenza in aver disposto che da una parte le verità della fede sieno a noi nascoste, affinché meritiamo nel crederle; e dall'altra parte i motivi di credere ch'ella sia l'unica vera fede, sieno evidenti, affinché gl'increduli non abbiano scusa, se non vogliono seguirla".

Caro Alex, non arrenderti mai dal cercare Gesù, non arrenderti mai contro la dipendenza. Vivere senza impurità è motivo di grande gioia! Gesù veramente ci è vicino e ci aiuta! Domandiamogli sempre la grazia di vivere nella purezza e nell'umiltà!

Auguri di felice conversione!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alex



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.08.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 19 Ago 2011, 21:34

Grazie per le vostre risposte! Le vostre parole mi sono state di grande conforto.
Come avrete letto nella chat del sito, finalmente oggi sono riuscito a confessarmi. Ho dovuto aspettare il parroco per più di un'ora, ma ne è valsa veramente la pena. Sono tornato nella Chiesa dove andavo da bambino, e il giovane parrocco che è arrivato da poco mi ha fatto sentire veramente a mio agio. Inoltre, su suo invito, a settembre comincerò ad aiutarlo nelle varie opere di carità che promuove.
Sono molto contento, non sono mai stato cosi bene in vita mia. sunny
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Sab 20 Ago 2011, 02:59

Caro Alex, quello che ci dici mi riempie di gioia! Sono davvero molto contento e mi unisco a te nel ringraziare il Signore per questo nuovo cammino!

Un abbraccio e spero di sentirti spesso sulla Vigna!!

Un caro saluto!! Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Sab 20 Ago 2011, 13:17

Mi accodo a Mik! Sono molto contento per te alex perché hai trovato la via che tanto cercavi!! A presto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Alex



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.08.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Mer 24 Ago 2011, 02:15

Non so speigarmi il motivo, ma ogni volta che faccio un passo in avanti verso Dio e Gesù, poi succede sempre qualcosa che mi porta a farne diecii indietro.
Quando mi sono confessato mi sentivo veramente bene, sentivo Gesù dentro di me ed ero convinto di essere sulla buona strada, perché cercavo di non peccare in nulla (anche se per le piccole cose non ci riuscivo, ad esempio mentre scherzavo con un amico mi veniva ancora spontaneo dargli del cretino con parole abbastanza pensati), ho anche fatto tutto quello che mi aveva consigliato il parroco (pregare e leggere il Vangelo), ma più passavano i giorni, più quando pregavo le mie parole erano vuote. Oggi mi sono sentito un cretino mentre tenevo in mano la Corona del Rosario in mano e pregavo, perché non so come descrivervi la senzazione che provavo in quel momento, ma forse lo potrei descrivere cosi: non sentivo nulla. Alla fine ho pure smesso, perché proprio mi sembrava inutile continuare a dire parole a vuoto. Quando ho finito mi sono sentito pure in colpa, ma dopo un pò mi sono anche arrabbiato e mi sono rivolto all' immaginetta della Divina Misericordia che tengo in scrivania in questo modo: "mentre prego non sento nulla, poi quando ci rinuncio mi fai sentire pure in colpa. Gli altri giorni ti ho chiesto di farmi avere più fede, ma invece di aumentare che fa? diminuisce. Dimmi te se è normale se io devo continuare cosi".
Io potevo anche continuare a pregare, ma che senso aveva farlo se non sentivo la fede che mi portava a farlo? Sono tornato a Messa, mi sono confessato, ho pregato, a settembre ho intenzione di aiutare il parroco...che devo fare di più? Ammetto che la colpa è principalmente mia, perché certe cose ancora non riesco ad evitarle e finisco sempre che me le vado a cercare, come ad esempio stasera, che dopo non sono riuscito a pregare non ho avuto la forza di resistere alla tentanzione di masturbarmi, ma non riesco a spiegarmi il perché la mia fede col passare dei giorni scompaia del tutto. A volte penso che è inutile continuare cosi e che sarebbe meglio lasciar perdere tutto, perché non sono capace di credere e fare tutto quello che deve fare un credende. In questo momento la distanza che mi divide da Dio è tanta, forse troppa, non so se ho la forza di ricominciare tutto di nuovo, perché sento di essere tornato come prima che mi confessassi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Mer 24 Ago 2011, 11:57

Alex tutto questo è perfettamente normale perché tutti noi attraversiamo le medesime difficoltà. Non ci possiamo aspettare di provare la stessa grazia ogni giorno ed ogni ora perché altrimenti non si vedrebbe la nostra fedeltà. Le prove che subiamo sono dei momenti in cui Dio si nasconde da noi (parole usate da Santa Faustina nel Diario) e ci mette alla prova, per vedere se la nostra conversione è sincera e se la nostra fedeltà è reale e concreta. Quei momenti sono così brutti che quasi sempre cediamo alla tentazione perché non vediamo via d'uscita e tutto ci sembra enormemente più grande di noi. Non sai quante volte mi sono rivolto a Gesù come hai fatto tu: ma alla fine dentro di me sapevo che Gesù non mi stata chiedendo la luna, ma solo di aver fede in Lui. Ed infatti, quando ho avuto davvero questa fiducia, sono riuscito a superare il momento forte della tentazione e sono rimasto puro per mesi. Mi sono anche reso conto che una volta che scacci la tentazione essa svanisce, anche se ci vuole tempo: il problema è che invece a noi sembra che essa non svanirà mai e per questo cadiamo. Le stesse considerazioni valgono per la preghiera: quando siamo in stato di grazia, essa ci fa sentire quasi come se stessimo toccando il Cielo con un dito; ma poi ci sono quei momenti in cui Dio si nasconde e ci sembra quindi di parlare al muro. Satana poi ci spinge a lasciare la preghiera, a farci vedere che sembriamo idioti come hai constatato tu ieri; ma se lo fa è perché sa quanto potente essa sia. I Santi, tra cui Sant'Alfonso, hanno detto che proprio nei momenti in cui ci sembra di recitare le parole a vuoto, bisogna pregare di più. In effetti, la preghiera non è vuota come ci sembra, ma è ascoltata da Dio anche se non ci sembra così e questo fortifica la nostra anima contro il male.
In sostanza caro Alex, bisogna avere pazienza, fiducia in Dio e forza nel mostrarci fedeli quando siamo tentati. Non avere pensieri distruttivi e non pensare che la distanza da Dio sia incolmabile: infatti, basta un atto di amore o di perdono e subito ci sembra di esser tornati accanto a Lui: questo avviene perché il peccato ci allontana da Dio e ci fa credere che le distanze siano enormi, mentre l'amore ci avvicina a Lui!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Mer 24 Ago 2011, 17:35

Caro Alex, i primi momenti sono sempre i più difficili perché si vede tutto come una perdita di tempo, ma per esperienza posso dirti che perseverando nella preghiera, giorno dopo giorno, tutte queste difficoltà vanno diminuendo. Non si può ottenere tutto e subito, altrimenti l'inferno sarebbe vuoto di anime. Ci vuole tanta costanza ma non devi mai agitarti. La relazione con Dio deve essere una relazione di puro amore e fiducia in Lui. L'amore è il principio di tutte le cose buone. Se ami Dio, pregherai bene, lo servirai bene e vivrai bene. Per questo abbi fiducia in Lui, non lasciarti scoraggiare dalle mille tentazioni. In questo devi fare la tua parte: il prete dà consigli, ma devi metterci del tuo e cioè applicandoti nel metterli in pratica. Il prete ci dà i semi da coltivare, ma dobbiamo essere noi a metterci la fatica per piantarli e lavorare il campo, non senza l'aiuto di Dio. I Santi con brevi parole hanno sintetizzato la realtà spirituale: "Chi prega si salva, chi non prega si danna". Pregare è importante, soprattutto pregare con il cuore. Non lasciare che la preghiera sia solo una recita di parole e formule, ma entra in dialogo con Dio, parlagli come faresti con un amico caro, chiediGli le virtù di cui hai bisogno e aspetta. Dio ha i suoi tempi. Se ricevessimo tutto e subito, daremmo poco valore alle cose, invece dobbiamo attendere, soffrire l'attesa ma senza mai agitarci, perché quando avremo ottenuto ciò per cui abbiamo tanto atteso e sperato, quanto valore diamo a quella cosa! Il valore che merita.

Quindi caro Alex continua a pregare, ma soprattutto prega con il cuore e cioè parlando con il Signore e chiedendoGli di soccorrerti in tutte le tue necessità. Non possiamo pretendere che Dio faccia tutto e subito per noi, perché noi siamo chiamati a fare la nostra parte. Ad esempio, Lui ci può donare la forza per resistere alle tentazioni, forza che dona solo a chi la chiede e inoltre noi alla forza che Lui ci ha donato dobbiamo unire la nostra volontà di non peccare.

Caro Alex, Sant'Alfonso raccomandava una preghiera molto efficacie contro le impurità: 3 Ave di mattina e di sera alla purità di Maria. Lo stesso Sant'Alfonso ha raccontato che uomini incalliti per il peccato di impurità, si sono convertiti recitando queste preghiere. Inoltre il Santo Rosario è la preghiera più potente dopo la Santa Messa, per questo il demonio ci tenta di lasciarlo.

Anche io nei primi anni mi stancavo di recitarlo, c'erano delle volte che mi arrabbiavo perché non volevo recitarlo, ma perseverando, anche facendolo di malavoglia, giorno dopo giorno, non ho avuto più questi problemi. Sono ormai più di quattro anni che recito il Rosario tutti i giorni e dopo quattro anni recito il Rosario in un modo che mai immaginavo di fare. Ecco perché è importante perseverare. Non lasciarti impressionare dalla distanza di tempo che occorre: tu ama Gesù e la Madonna, ogni giorno e vedrai che le cose andranno sempre meglio!

Il demonio con chi sceglie di intraprendere il cammino di fede agli inizi è più aggressivo, ma quando vede che un'anima cresce, quasi sembra rassegnarsi.

Sant'Agostino diceva che il demonio è un gigante formidabile con chi lo teme, ma un fanciullo imbelle con chi lo disprezza.

Inoltre caro Alex, ti invito a leggere questo scritto, appena hai un po' di tempo: http://angolodimik.blogspot.com/2011/08/limportanza-della-castita.html

Riguarda proprio la castità, tra l'altro al suo interno è scritto proprio quel consiglio di Sant'Alfonso di recitare 3 Ave Maria alla purezza della Madonna, dove riporta anche una testimonianza di conversione di un peccatore "tutto infangato di impurità" come si legge in quell'operetta. Non disperare, prega e ama Gesù e Maria e tutte le pene andranno via! Smile

Un caro saluto e a presto!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alex



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.08.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 26 Ago 2011, 01:25

Grazie mille per l'aiuto che mi state dando: le vostre risposte mi danno un grosso aiuto e per questo vi sono riconoscente. Stavo quasi per abbandonare tutto, ma non posso dimenticare quella bellissima sensazione che ho provato dopo essermi confessato, quel giorno ho avuto pure la sensazione che ci fosse qualcuno che pregava insieme a me. I primi passi li ho fatti, spero di riuscire a fare gli altri che, a quanto pare, sono quelli più difficili. Cercherò di seguire tutti i vostri consigli. Grazie ancora!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mikhael



Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 20.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 26 Ago 2011, 02:27

Caro Alex, sono contento che tu abbia deciso di perseverare! Ricorda soltanto questo: non arrenderti mai dal percorrere le vie del Cielo! Anche quando la salita sembra impercorribile, non abbandonare mai la preghiera. E poi col tempo vedrai che anche le cose che ora sembrano difficili, saranno dolci e facili! Gesù disse: "Il mio giogo è dolce e il mio carico leggero". Infatti anche la sofferenza con Gesù diventa dolce e bella. Non sono fantasie, ma lo dice l'esperienza di vita che i Santi hanno raccontato e che ciascuno di noi può fare camminando al fianco del Signore. Vivere camminando con Gesù non è opprimente e non inquieta, ma è gioia, anche quando i momenti sono difficili. Bravo Alex, ricordati sempre della pace che Gesù ti ha fatto sentire con quella confessione! Dio è Pace e quando si è riconciliati con Lui si è nella pace! Smile Alla fine questa vita passerà con tutte le sue golosità, cosa ci rimarrà se non Dio? La nostra meta ultima è sempre e solo il Signore!

Sarà bello un giorno quando potremo dire: "Signore, Ti ringrazio perché mi hai chiamato fin da giovane e mi hai fatto vivere già su questa terra il Paradiso e ti prego di farmelo vivere per sempre nella Tua Celeste Dimora"!

Caro Alex, un caro saluto e a presto!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    Ven 26 Ago 2011, 10:35

Anche a me fa molto piacere Alex: non ti arrendere mai, nemmeno quando tutto ti sembra così arduo e pesante: prima o poi Gesù ci concede il refrigerio. Un caro saluto e possa il Signore accompagnarti in questo tuo cammino di fede verso il Regno!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Non so che fare    

Tornare in alto Andare in basso
 
Non so che fare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Durante la Magistrale posso fare esami della Triennale?
» Cosa si può fare per la copertura adeguata dell'orario scolastico?
» A che età fare un figlio?
» EPILESSIA : cosa è e cosa fare
» devo esercitarmi a fare dei Pai

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Parlando ... Nella Vigna del Signore :: DIALOGHIAMO :: Come ti senti oggi? (Lascia i tuoi pensieri e i tuoi stati d'animo liberamente)-
Andare verso: