Parlando ... Nella Vigna del Signore

Luogo di confronto nella Vigna del Signore
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Torna nella Home
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ultimi argomenti
» San Pietro Claver
Ven 09 Set 2011, 03:49 Da Mikhael

» Non so che fare
Ven 26 Ago 2011, 10:35 Da Angel

» La mia testimonianza d'Amore
Mer 24 Ago 2011, 12:00 Da Angel

» Testimonianza di un miracolo che converte un intellettuale
Mar 23 Ago 2011, 13:44 Da Angel

» San Charbel (Sarbel, Jerbello) Giuseppe Makhluf
Dom 24 Lug 2011, 16:25 Da Mikhael

» Natività di San Giovanni Battista
Ven 24 Giu 2011, 15:51 Da Mikhael

» Sant'Antonio di Padova
Lun 13 Giu 2011, 17:40 Da Mikhael

» Beata Serafina del Sacro Cuore (Clotilde Micheli)
Sab 28 Mag 2011, 18:09 Da Mikhael

» San Filippo Neri
Gio 26 Mag 2011, 16:33 Da Mikhael

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 Il discorso della Montagna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
wuolker



Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 01.08.10
Età : 40
Località : Sant'Elpidio a Mare

MessaggioTitolo: Il discorso della Montagna    Dom 27 Feb 2011, 21:12

Il discorso della montagna
I miracoli che opera Gesù portano molta gente a credere in Lui, ma tanti rimangono indifferenti, diffidenti, sospettosi...
Se con i miracoli Gesù salva il corpo dell’uomo e lo libera dal male fisico, con le sue parole egli tende al risanamento dello spirito. Offre una medicina che vale per tutti i tempi. Questa medicina la troviamo nel “Discorso della Montagna”, una specie di “codice” dell’amore… E’ una predicazione che vede Gesù in primo piano, infatti egli per primo la mette in pratica. I suoi miracoli non vanno mai a sfavore degli uomini, al contrario sempre a favore. I suoi prodigi diffondono gioia e ogni suo “segno” è un gesto d’amore. Gesto che egli invita ad imitare..

Il Discorso inizia con le “Beatitudini”… (Matteo 5,1-12) Con queste parole ha inizio l’annuncio del Regno di Dio, esse sono una guida utile per chi vuole trovarlo.

Chiudiamo gli occhi per un istante e immaginiamo Gesù… Sta parlando con me…
Alla vista delle folle Gesù salì sul monte e, come si fu seduto, si accostarono a lui i suoi discepoli.Allora aprì la sua bocca per ammaestrarli dicendo:

“Beati i poveri di spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati quelli che operano per la pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia,
poiché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi! Quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male a causa mia,rallegratevi ed esultate, poiché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
Così, del resto,perseguitarono i profeti che furono prima di voi.”

Le Beatitudini
Le beatitudini sono una promessa di vera felicità. Una promessa che può illuminare e sorreggere la vita soprattutto dei "Poveri di Jahvè", coloro cioè che vivono la propria vita integra nella fedeltà al Signore e nella aspettativa della sua ricompensa.
“Beati i poveri in spirito… perché di essi è il regno dei cieli. “

La povertà che Gesù proclama nella prima beatitudine non è una povertà materiale, egli non ci chiede di essere dei barboni, dei poveracci , coloro che non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena, ma la povertà di cui Egli ci parla indica prima di tutto un atteggiamento spirituale nei confronti di Dio. I poveri in spirito attendono ogni aiuto da Dio.

La beatitudine della povertà è un chiaro invito a distinguere nella vita ciò che è l’essenziale, come la comunione con Dio, da ciò che è secondario, come beni e ricchezze. Quindi per rientrare nella categoria dei poveri dobbiamo contare sulla bontà del Signore, sulla sua potenza, sulla sua misericordia, e non solo sulle nostre forze. Dobbiamo mettere ogni speranza in Dio, essere umili davanti a Lui.

La povertà ci chiede di essere aperti alla buona notizia del Vangelo, ad accogliere la parola di Gesù come parola che rassicura, conforta, dona serenità e speranza. Se riusciremo ad essere poveri così, il Regno è già nostro,perchè siamo disposti a riceverlo volentieri e con gioia.
“Beati gli afflitti… perché saranno consolati.”

Così dice Gesù:

“Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero”. (Mt 11, 28ss)

Gli afflitti “beati” non sono coloro che vengono colpiti dalle disgrazie o sono in preda al dolore od alla angoscia per motivi materiali, morali o spirituali. Ma gli afflitti sono beati quando nonostante la situazione svantaggiata, sfortunata, non si chiudono in se stessi, non si lasciano vincere dalla sofferenza e continuano ad operare per il regno di Dio e ad avere fiducia in Lui.

Gesù che suda sangue nell’Orto degli ulivi senza rinunciare a compiere la volontà del Padre (Lc 22,39-46), è l’esempio più eloquente dell’afflitto beato: non un arreso, non un rinunciatario, ma un coraggioso, fedele alla missione nonostante la sofferenza.

L’afflitto beato è colui che cerca la sua consolazione nel Signore, chi, nella prova, si rifugia nel Padre Celeste e in Lui solo confida
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://ilblogdiwuolker.blogspot.com/
Angel
Admin


Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 18.03.10

MessaggioTitolo: Re: Il discorso della Montagna    Mar 01 Mar 2011, 20:19

Il discorso della Montagna è sicuramente una delle pagine più belle e vive del Vangelo perchè è Gesù stesso che ci indica la strada concreta da seguire nella quotidianità della vita, per poter raggiungere il Regno dei Cieli. Le Beatitudini sono poi una bellissima rappresentazione di coloro che potranno entrare nel Regno di Dio: possiamo solo pregare per poter essere come Gesù ci vuole, ricordandoci che la santità è una strada aperta a tutti! Un caro saluto wuolker!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nellavigna.forumattivo.com
 
Il discorso della Montagna
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Sentenza della Corte Costituzionale n.127 dell'8 aprile 2010 (centri di raccolta)
» Durante la Magistrale posso fare esami della Triennale?
» STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE - prof. Porro
» Vendo Storia della lingua italiana (MIGLIORINI)
» le cose importanti della vita

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Parlando ... Nella Vigna del Signore :: DIALOGHIAMO :: Off topic (Discutiamo di argomenti diversi, come ciò che accade nel mondo o nella tv ecc...)-
Andare verso: